Condannato per pedofilia, esce dal carcere e viene ucciso

Era a casa per un permesso. Vittima stupro si suicidò

   Da pochi giorni aveva lasciato il carcere per un permesso, e giovedì sera è stato ucciso in contrada Selva a Frasso Telesino (Benevento), nella casa dove abitava. La vittima è un ex pastore, Giuseppe Matarazzo, di 45 anni, arrestato dai carabinieri nel 2009 con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una quindicenne del posto che dopo qualche tempo si tolse la vita impiccandosi. Matarazzo nel dicembre 2011 fu condannato a 11 anni e 6 mesi dalla Corte di Appello di Napoli. Gli investigatori indagano senza escludere alcuna pista. 

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri qualcuno ha esploso alcuni colpi di pistola contro Matarazzo, che non ha avuto scampo. Sono in corso i rilievi per cercare eventuali tracce lasciate dall'assassino.

Il pastore era finito in carcere il 4 marzo del 2009: secondo l'accusa Matarazzo aveva approfittato dello stato di vulnerabilità della minorenne che aveva un'infatuazione per lui. Due anni dopo, la condanna che l'uomo stava scontando. La notizia dell'assassinio si è diffusa rapidamente nel piccolo comune sannita. Il luogo del delitto si trova a qualche chilometro dal centro abitato. 


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Universiade 2019
 (ANSA)

Basile, opere ultimate entro 31/12

Commissario in commissione:non spesi 10 mln,restituiti a Regione


 (ANSA)

Ecco il film documentario su Napoli 2019

Mercoledì 2 ottobre proiezione in anteprima per la stampa


 (ANSA)

De Luca, destineremo arredi per milioni

Dopo kit alla Protezione Civile, altro materiale da riutilizzare


Vai alla rubrica: Pianeta Camere