Napoli festival: 'Barry Lyndon' di Sepe

Da romanzo Thackeray e ancor più dal film di Kubrick

(ANSA) - ROMA, 1 LUG - ''Barry Lyndon'' prosegue il lavoro di Giancarlo Sepe su opere classiche della narrativa, ma sempre con un bel legame anche cinematografico e se, per questo spettacolo che ha debuttato a Napoli Teatro Festival, l'origine è il romanzo settecentesco inglese di Thackeray, la vera fonte è lo stupendo film omonimo di Stanley Kubrick, di cui ricorrono le musiche e varie citazioni con la Sarabanda di Haendel sin dall'alzarsi del sipario al Teatro Nuovo con uno splendido inizio, una sorta di ironica visita a un museo delle cere, quasi un balletto in cui, tra lo stupore e far foto dei visitatori, i personaggi prendono pian piano vita. In scena sono undici attori per dar vita a questi personaggi che è come nascessero sul momento, apparizioni, teatrali appunto, tra i quali si distingue l'esperienza e la sintonia con note grottesche di Piano Tufillaro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Universiade 2019

Universiadi: Fit, ok intesa accordo taxi

Giuseppe De Rosa, per evento di importanza mondiale


Universiadi: Fiola, ok, ma ora certezze

Presidente Cciaa Napoli, grande evento in sé fa girare economia


Universiadi, intesa villaggio Fisciano

La mensa offrirà 5 menù in base alle nazionalità degli atleti


Vai alla rubrica: Pianeta Camere