Giornalisti, a Napoli per libertà stampa

Precariato,querele temerarie e sicurezza siano in agenda Governo

(ANSA) - NAPOLI, 12 GIU - Le minacce, il precariato, cronisti di frontiera, tutele e garanzie di un lavoro tra mille rischi. A Napoli, i giornalisti si riuniscono nella Biblioteca Annalisa Durante, nel quartiere Forcella, per la manifestazione nazionale #VoceAiGiornalisti. Una manifestazione unitaria di tutta la categoria, il secondo appuntamento in Italia dopo quello di Milano dello scorso 30 maggio. Tra i presenti il presidente nazionale dell'Ordine, Verna, il presidente della Fnsi Giulietti e il segretario Lorusso.
    Ci sono - e sono forti - la necessità e il dovere di rilanciare temi essenziali che riguardano la professione: dall'eliminazione del carcere per i giornalisti alle querele temerarie, dal lavoro precario alla sicurezza dei cronisti fino alla necessità di rendere effettive le garanzie dell'articolo 21 della Costituzione.
    "Tutti temi che ci auguriamo tornino nell'agenda parlamentare - affermano gli organizzatori - temi che i precedenti Governi hanno evitato di affrontare, nonostante le dichiarazioni di intenti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Universiade 2019

Universiadi: Auricchio, lavori ok

Impegno di tutti, cronoprogramma quando avremo date e ditta


Universiadi:Adl, ok lavori per San Paolo

Trovata con Comune e commissario via per minori disagi possibili


Universiadi:Borriello, ok cronoprogramma

Napoletani si godranno club vincente e belle competizioni


Vai alla rubrica: Pianeta Camere