Rapine con arma finta e fuga su bici

Uno aveva il braccialetto elettronico. Presi dai carabinieri

(ANSA) - CASERTA, 19 APR - Hanno rapinato in meno di due ore una pizzeria e un bar, portando via un misero bottino. Alla fine sono stati presi dai carabinieri. In manette sono finiti il 29enne Giuseppe Di Nuzzo e il 27enne Carmine Di Saverio; quest'ultimo, per andare a compiere i colpi, è evaso dagli arresti domiciliari malgrado fosse sottoposto a sorveglianza con il braccialetto elettronico. I due hanno prima fatto irruzione in una pizzeria di Marcianise dove, armati di pistola a salve e coltello, si sono fatti consegnare 10 euro, dandosi poi alla fuga in sella a due biciclette e mandando in frantumi due vetrine. Dopo circa due ore, mentre i carabinieri di Marcianise erano già sulle loro tracce, i due hanno messo a segno una seconda rapina, in un bar di Casagiove, dal quale hanno portato via, con lo stesso modus operandi, circa 210 euro in banconote di vario taglio. A quel punto i due rapinatori si sono divisi per depistare i militari, che li hanno comunque catturati a Marcianise e Recale mentre erano ancora in sella alle bici.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Universiade 2019

Universiadi: festa con 300 ragazzi

In occasione della giornata mondiale dello sport universitario


Universiadi,a ottobre via tutti cantieri

Su San Paolo serve maggiore raccordo tra Comune,club e impresa


Universiadi: Aru, saremo pronti

Per prenotare alberghi sarà usata piattaforma Consip


Vai alla rubrica: Pianeta Camere