Scomparsi Messico: famiglia, venduti

Portavoce: 'Siamo arrabbiatissimi, speriamo siano vivi'

(ANSA) - NAPOLI, 25 FEB - "I nostri familiari sono stati venduti per 43 euro ad una banda di criminali, poco più di 14 euro a persona... Siamo arrabbiatissimi. Le autorità italiane si muovano per tentare di capire cosa sia avvenuto. Noi speriamo siano ancora vivi". Così all'ANSA Gino Bergamè, portavoce della famiglia napoletana Russo, che non ha notizie di Raffaele e del figlio Antonio oltre che del nipote Vincenzo Cimmino dal 31 gennaio scorso quando sono scomparsi in Messico nello Stato di Jalisco.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Universiade 2019
 (ANSA)

Universiadi: volontari, appello di Oliva

Domani conferenza stampa con il campione di boxe testimonial


 (ANSA)

Caserta, proposte culturali da un liceo

Il 'Manzoni' mette in campo il laboratorio di teatro classico


 (ANSA)

Bonfiglio, sport risorsa per Napoli

Ci saranno migliaia di atleti e un indotto molto vasto


Vai alla rubrica: Pianeta Camere