Eternit, processi restano spacchettati

Cassazione, inammissibili i ricorsi di pg e pm di Torino

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Cassazione ha dichiarato inammissibili i ricorsi del pg e del pm di Torino contro lo spacchettamento dei processi per la morte di 258 persone a causa dell'amianto Eternit. I processi rimangono quindi incardinati a Torino, Vercelli, Napoli e Reggio Emilia. Confermato anche il "declassamento" dell' accusa da omicidio doloso in omicidio colposo.
    "Siamo soddisfatti. Avevamo eccepito l'inammissibilità dei ricorsi e la Corte ha deciso in questa direzione", commenta il professor Astolfo Di Amato, avvocato difensore di Stephan Schmidheiny, ex Ad di Eternit Italia, nel processo Eternit bis.
    "C'erano dei vizi formali", aggiunge.
    Di diverso parere l'avvocato Massimiliano Gabrielli, dell'Anmil, che parla di "ennesimo regalo a Schmidheiny".
    "Quando una organizzazione imprenditoriale continua consapevolmente a far soldi sulla pelle della gente - sostiene - bisogna parlare di omicidi volontari, senza se e senza ma...".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Universiade 2019

Universiadi: si discute piano sicurezza

Tavolo con forze ordine e commissario per discutere misure


 (ANSA)

Universiadi: venerdì sopralluogo su nave

Commissari in visita: previsti tavoli su sicurezza e trasporti


Universiadi:parte gara per vasca warm up

Lavori per oltre 2 milioni per garantire riscaldamento atleti


Vai alla rubrica: Pianeta Camere