Eternit, processi restano spacchettati

Cassazione, inammissibili i ricorsi di pg e pm di Torino

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Cassazione ha dichiarato inammissibili i ricorsi del pg e del pm di Torino contro lo spacchettamento dei processi per la morte di 258 persone a causa dell'amianto Eternit. I processi rimangono quindi incardinati a Torino, Vercelli, Napoli e Reggio Emilia. Confermato anche il "declassamento" dell' accusa da omicidio doloso in omicidio colposo.
    "Siamo soddisfatti. Avevamo eccepito l'inammissibilità dei ricorsi e la Corte ha deciso in questa direzione", commenta il professor Astolfo Di Amato, avvocato difensore di Stephan Schmidheiny, ex Ad di Eternit Italia, nel processo Eternit bis.
    "C'erano dei vizi formali", aggiunge.
    Di diverso parere l'avvocato Massimiliano Gabrielli, dell'Anmil, che parla di "ennesimo regalo a Schmidheiny".
    "Quando una organizzazione imprenditoriale continua consapevolmente a far soldi sulla pelle della gente - sostiene - bisogna parlare di omicidi volontari, senza se e senza ma...".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Universiade 2019

Universiadi: Fdi, villaggio in ex Nato

Se sarà un flop le responsabilità di Comune e Regione


Universiadi:ok rifacimento pista S.Paolo

Decreto commissario Latella.Procedure avviate per 18 interventi


 (ANSA)

Universiadi: De Luca, possiamo procedere

'Verifica su 3 navi altrimenti pochi prefabbricati in Mostra'


Vai alla rubrica: Pianeta Camere