A Napoli la mostra 'D'amore e di sangue'

Studenti adotteranno alberi e li intitoleranno a vittime

(ANSA) - NAPOLI, 21 NOV - Una mostra, 'D'amore e di sangue', ma anche incontri con con chi l'ha violenza l'ha subita e alberi che saranno intitolati a chi dalla violenza è stata uccisa. E' anche così che a Napoli ci si avvicina alla Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il prossimo 25 novembre.
    La mostra sarà inaugurata domani (ore 17), nel Sacrario Januario al Corso Secondigliano e resterà aperta fino al 26 novembre. Nel corso delle cinque giornate sono previsti incontri e dibattiti con esponenti dell'associazionismo e con vittime di violenze e nella giornata di venerdì ci sarà la presentazione del libro "Aironi di Carta" di Francesco Testa e Giulia Fera sulla violenza sulle donne e sui bambini.
    Ed ancora, nella mattinata di venerdì, alle ore 10.30, gli studenti dell'istituto comprensivo Berlingieri-Tito Lucrezio Caro adotteranno gli alberi del plesso e li intitoleranno a donne vittime innocenti della violenza.
   

   Il 23 novembre nella Sala conferenze della International School of Naples (ore 10,30) è in programma la seconda edizione della Campania contro la violenza contro le donne con la criminologa Antonella Formicola, la sociologa Tonia Bardellino, il giornalista Emilio Orlando e Francesco Mazza, docente di diritto penale presso l'Università degli studi di Cassino. Testimonial dell'evento sarà l'ex moglie del calciatore del Psg Edinson Cavani, Soledad Cabris, costantemente impegnata per le donne vittime di violenza e nei numerosi centri antiviolenza da lei fondati in Uruguay. Previste anche le testimonianze dei familiari di Stefania Formicola e Nunzia Castellano, due vittime di femminicidio.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere