Biomedica: esperti a confronti a Napoli

Convegno alla Federico II con Amnon Carmni e Garattini

(ANSA) - NAPOLI, 19 OTT - Il progresso di biomedica e biotecnologie, che offrono maggiori possibilità di intervento sulla vita e la morte, impone ai medici di interrogarsi sulla necessità di una formazione non solo tecnico-scientifica, ma accompagnata da elementi etici.
    Questi i temi del Congresso all' Università Federico II di Napoli su "Etica, Deontologia e Tecnologie nella formazione dei professionisti sanitari".
    I lavori sono presieduti dal Prof. Claudio Buccelli, docente di Medicina legale. Il convegno è organizzato dal Comitato Etico dell' Ateneo collaborazione con il Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica. Previsti interventi del Prof. Amnon Carmi, Chairholder della UNESCO Chair in Bioethics, del senatore Lucio Romano, Vicepresidente delle Commissioni Politiche dell'Unione Europea e Igiene e Sanità,di Roberta Chersevani, Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e del Prof. Silvio Garattini, Direttore dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere