'Stesa' della camorra in rione Sanità a Napoli

Presidente Municipalità, paranze escono come topi dalla fogna

Ancora una 'stesa' (cioè spari all'impazzata a scopo intimidatorio, ndr) dopo precedenti analoghi, nel quartiere Sanità a Napoli. Nella stessa piazza dove fu ucciso Genny Cesarano, giovane napoletano vittima innocente di un raid di malavitosi. Una decina i colpi sparati, senza nessun ferito. La denuncia arriva su Fb dal presidente della Municipalità, Ivo Poggiani, che parla di "nottata di follia. Come cala la notte e il controllo delle forze dell'ordine diminuisce, sono ormai giorni che, come i topi dalla fogne, 'paranze' in moto escono di casa per riaffermare l'egemonia nel quartiere". Secondo Poggiani, "a qualcuno dà fastidio che il quartiere si stia riprendendo, danno fastidio gli eventi, i turisti. Da fastidio che, seppur in minima parte, sta ripartendo un'economia di quartiere, che tanti cittadini stanchi dei soprusi provano a respingere i meccanismi dei clan. Mutuo un vecchio slogan. Siamo il 99%. Voi l'uno per cento. Verrete seppelliti dalla storia. Non un passo indietro!".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere