Libri: Cazzullo, il futuro? Meglio che governino le donne

Giornalista presenta suo ultimo lavoro a Massa Lubrense

(ANSA) - MASSA LUBRENSE (NAPOLI), 18 MAR - Achille Lauro amava il fascino delle donne, Aldo Cazzullo invece punta tutto su un futuro al femminile, e ne spiega i motivi nel suo nuovo libro "Le donne erediteranno la terra. Il nostro sarà il secolo del sorpasso", pubblicato da Mondadori nella collana Strade Blu.
    Tra l'armatore del Novecento e il giornalista pluripremiato per i suoi scritti c'è in comune solo la location della presentazione del volume, Villa Angelina a Massa Lubrense. Un tempo buen ritiro di Lauro, oggi palcoscenico per la presentazione del saggio che tratta di uno dei più grandi cambiamenti che ci aspettano e a cui, in parte, stiamo già assistendo: la conquista da parte delle donne dei più importanti ruoli di potere.
    In sala a fare da conduttore Carlo Gambalonga, giornalista, scrittore, ex vicedirettore vicario dell'Ansa. Con l'autore anche Vera Viola, giornalista del Sole 24 ore e Piercarlo Presutti, responsabile della redazione sportiva dell'Ansa.
    "Questa è la generazione cosiddetta Hermione, la protagonista femminile della saga di Harry Potter" ha detto Cazzullo. "In Italia il simbolo di questa generazione è, per me, Bebe Vio.
    Forte, determinata, intelligente e positiva. Che le donne abbiano delle qualità adatte a governare il tempo in cui viviamo, che è un tempo grandioso e terribile, ne abbiamo prova un po' in tutti i campi" ha ricordato lo scrittore.
    "La clonazione e l'intelligenza artificiale ci hanno fatto entrare nell'era della riproducibilità tecnica della vita: l'uomo crea l'uomo. Questa fase, ricca di opportunità ma anche di rischi, credo sia meglio che la governino le donne, che da sempre maneggiano la vita e la morte", è la conclusione di Cazzullo. l'evento è stato organizzato dal comune di Massa Lubrense, assessorato alle pari opportunità. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere