Falsi rapporti lavoro per truffare Inps

Società in Campania, Umbria, Lazio. 642mila euro danni a ente

(ANSA) - NAPOLI, 25 MAR - Simulavano centinaia di assunzioni e licenziamenti truffando l'Inps: ben 113 rapporti di lavoro risultati falsi nel settore edile con il coinvolgimento di aziende in Campania, Umbria e Lazio. É per tutto questo che i carabinieri del gruppo per la Tutela del lavoro di Napoli, all'esito delle indagini condotte dalla Procura di Napoli Nord, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo di oltre 1 milione di euro nei confronti di tre persone indagate. All'Inps, che ha partecipato agli accertamenti con propri funzionari della sede di Caserta, è stato arrecato un danno di 642mila euro per prestazioni indebitamente percepite.
    Per i tre le accuse sono associazione per delinquere, truffa aggravata in danno di enti previdenziali, reati finanziari ed impiego di denaro di provenienza illecita. Il sequestro ha riguardato quote di partecipazione di cinque società coinvolte, 20 conti correnti e libretti postali nonché beni nella disponibilità degli indagati.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

servizi alle imprese

Direct selling, consulenza e servizi alle imprese: con la qualità Sun4All non conosce crisi

Sostenere un'azienda a "fare bene" è un lavoro che richiede impegno e ampie capacità organizzative. Viaggio nella realtà delle agenzie di servizi.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne