• Spara a tre ladri e ne uccide uno nel Casertano, morto è un albanese di circa 40 anni

Spara a tre ladri e ne uccide uno nel Casertano, morto è un albanese di circa 40 anni

I ladri, fuggiti a bordo di una Bmw bianca, hanno poi lasciato il corpo senza vita del complice davanti all'ospedale civile di Aversa

È un albanese di circa 40 anni il ladro ucciso nella notte a Villa Literno nel Casertano mentre rubava un'auto da un'abitazione con due complici. L'uomo, lasciato morto dai compagni davanti all'ospedale di Aversa, è stato identificato grazie alle impronte digitali. Si è intanto concluso nella villetta dove è avvenuto il fatto il sopralluogo del procuratore aggiunto di Napoli Nord Renzulli e del sostituto Santosuosso. Al momento non è stato emesso alcun provvedimento nei confronti dell'uomo che ha sparato

Spara a tre ladri che stavano per rubargli l'auto e ne ferisce a morte uno: è successo la scorsa notte a Villa Literno (Caserta). I ladri, fuggiti a bordo di una Bmw bianca, hanno poi lasciato il corpo senza vita del complice ferito davanti l'ospedale civile di Aversa (Caserta). I tre ladri stavano mettendo a segno un furto in abitazione quando il proprietario si è accorto della loro presenza e ha sparato. L'episodio è avvenuto intorno alle 3,30, in via Vecchia Aversa a Villa Literno (Caserta). Il proprietario ha sparato quando i tre erano in procinto di rubare l'autovettura del proprietario di casa. A questo punto è scattata la fuga: i tre malviventi, a bordo della Bmw, sono fuggiti in direzione Casal di Principe. Poco dopo la Bmw bianca è stata vista arrivare davanti l'ospedale civile di Aversa dove due persone hanno lasciato a terra il corpo senza vita di un uomo colpito da proiettili. La Bmw, completamente bruciata, è stata trovata dai carabinieri nelle campagne di Gricignano di Aversa. I vigili del fuoco sono interventi e hanno spento le fiamme. Sono in corso indagini da parte dei carabinieri di Casal di Principe

E' sotto choc la moglie dell'uomo che stanotte ha sparato uccidendo uno dei ladri che si erano introdotti nella sua abitazione a Villa Literno (Caserta). ''E' stata una nottata terribile. Non è bello sparare a una persona - dice la donna - ma è l'ottava volta che vengono a rubare. Siamo davvero stanchi. Se questi banditi ci avessero detto che avevano bisogno di soldi li avremmo aiutati senza problemi come abbiamo fatto altre volte. Ma non puoi introdurti in casa mettendo in pericolo l'incolumità nostra e dei nostri figli''

"Quando mio marito ha fatto fuoco dal balcone, il ladro colpito, che era già dentro la nostra macchina, una Audi, è uscito dall'abitacolo e ha chiesto, rivolgendosi a mio marito, 'perché mi spari?'. Io avrei voluto chiedergli: e tu perché vieni a casa nostra mentre dormiamo a prendere la nostra roba?". Così la moglie del meccanico di mezzi industriali di Villa Literno (Caserta) che questa notte ha sparato e ucciso un ladro che con due complici in precedenza si era introdotto nell'abitazione di via Vecchia Aversa, una villetta a due piani; la pistola con cui ha fatto fuoco, è emerso, era regolarmente detenuta. Dopo il fatto, l'uomo, che ha due figlie maggiorenni e un figlio di 16 anni, è stato condotto nella caserma dei carabinieri di Casal di Principe dove, davanti al pm della Procura di Napoli Nord, ha fornito una ricostruzione dell'accaduto; pochi minuti fa è stato condotto in ospedale ad Aversa per un malore.   

Salvini, spiace per il morto ma fino a certo punto - "Sorprende i ladri in casa stanotte, spara e ne uccide uno. È successo a Villa Literno, nel casertano. Mi spiace per il morto, ma fino a un certo punto... Ora che non indaghino l'aggredito! La difesa è sempre legittima, anche se Renzi non è d'accordo. Mi date una mano a cambiare la legge?". Lo scrive il leader della Lega, Matteo Salvini, su Facebook.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Enrico Fresolone - GSM Shop

GSM Shop, ecco la clinica degli smartphone

La clinica degli Smartphone.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli