Da bimbi no a violenza sulle donne

Iniziative oltre l'8 marzo dell'istituto comprensivo Cangemi

(ANSA) - NAPOLI, 9 MAR - Sensibilizzare le giovani generazioni sulle conquiste sociali e politiche di cui sono state protagoniste le donne e 'abbattere' le discriminazioni e le violenze che ancora subiscono, anche in territori a rischio come quelli del Napoletano. Obiettivi che sono stati evidenziati nel corso della manifestazione con la quale l'istituto comprensivo "F. Cangemi" di Boscoreale (Napoli) ha acceso i riflettori sui problemi delle donne, al di là della ricorrenza dell'8 marzo. I due plessi, quelli di Cangemi e S. Maria Salome, hanno organizzato degli eventi finalizzati a "valorizzare il ruolo della donna nella società moderna e bandire ogni forma di sopruso. Sancire, altresì, un significato della festa diverso da quello consumistico, caratteristica ineludibile del mondo contemporaneo, costituisce una necessità dalla quale non è possibile sottrarsi''.Al plesso di S. Maria Salome, l'evento si è svolto con gli alunni che si sono esibiti in coreografie e hanno declamato alcuni testi poetici di Madre Teresa di Calcutta. Ha fatto seguito, poi, la lettura della lettera di Papa Giovanni Paolo II, la declamazione di poesie di Totò, di proverbi napoletani ed aforismi. Le classi prime e seconde, inoltre, si sono occupati della realizzazione di manufatti. Al plesso Cangemi, gli alunni hanno compiuto un excursus storico sul ruolo della donna, con particolare riferimento alla tragedia avvenuta nel 1908 in una fabbrica tessile di New York in cui perirono 129 donne. Gli alunni hanno condiviso le loro opinioni al riguardo e deposto simbolicamente delle scarpette rosse, come segno di memoria per le recenti vittime di femminicidio. Hanno intonato, inoltre, la canzone "A te" di Jovanotti, come inno alla donna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne