Camorra: Dna, in prov. Caserta cala violenza, più negoziato

Effetto anche dello smantellamento 'ala militare'

(ANSA) - ROMA, 2 MAR - La modalità operativa del sodalizio casalese che opera nel Casertano "sembra in parte mutato; in altri termini si rileva, per la suddivisione delle aree d'influenza, un ricorso, più che alla contrapposizione violenta, alla negoziazione, anche fra diverse famiglie e associazioni" e quindi "una minore utilizzazione della violenza per reprimere eventuali dissidi interni". Lo evidenzia la Dna nella sua relazione, segnalando che "tutto ciò trova spiegazione in due diverse circostanze che, per la verità, appaiono l'una la conseguenza dell'altra: l'azione di contrasto, che ha consentito di smantellare in modo rilevante la cosiddetta ala militare del sodalizio", e la mutazione della composizione dell'organizzazione e del suo modo di agire, per cui "in questo contesto il ricorso alla violenza - e tanto più all'omicidio - è sempre più relegato ad essere extrema ratio". Anche se, aggiunge la Dna, "i reati a più intenso rilievo patrimoniale, dal riciclaggio al reimpiego, dalla gestione degli appalti alla gestione delle puntate e delle scommesse d'azzardo on-line e sulle cosiddette slot, dall'usura alle estorsioni, commessi da affiliati ovvero da soggetti legati o contigui al clan, non mostrano alcuna flessione come ci indicano le stesse indagini preliminari svolte dalla DDA di Napoli, giunte di recente a conclusione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Enrico Fresolone - GSM Shop

GSM Shop, ecco la clinica degli smartphone

La clinica degli Smartphone.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli