Omicidio causò morte don Diana,ergastolo

Condannato fratello capoclan. Prete rifiutò funerali vittima

(ANSA) - CASERTA, 24 FEB - La corte d'Assise del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) ha condannato all'ergastolo Walter Schiavone, fratello del capoclan dei Casalesi Francesco "Sandokan" Schiavone, per l'omicidio di Gilberto Cecora, ucciso nel marzo del 1994 a Casal di Principe pochi giorni prima dell'assassinio di don Peppe Diana. I due delitti sono strettamente collegati in quanto proprio il rifiuto del sacerdote di officiare il rito funebre per Cecora fu la causa del suo omicidio da parte del killer Giuseppe Quadrano, che era imparentato con la vittima.
    Don Diana aveva deciso di non tenere nella sua parrocchia di San Nicola di Bari alcun funerale di vittime di camorra, visto che in quel periodo infuriava la sanguinosa faida tra la famiglia De Falco, cui faceva riferimento Quadrano, e le famiglie Schiavone e Bidognetti, che risultarono alla fine vincitori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

servizi alle imprese

Direct selling, consulenza e servizi alle imprese: con la qualità Sun4All non conosce crisi

Sostenere un'azienda a "fare bene" è un lavoro che richiede impegno e ampie capacità organizzative. Viaggio nella realtà delle agenzie di servizi.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne