Immigrazione: sequestrati 7 centri di accoglienza, indagate coop

Sotto esame condizioni igieniche, la qualità del cibo e lo stato delle strutture che si trovano nell'Avellinese

   Carabinieri dei Nas stanno eseguendo i sequestri di sette centri di accoglienza per immigrati nell'Avellinese nell'ambito di un'inchiesta sulle condizioni igieniche, la qualità del cibo e lo stato delle strutture che ospitano attualmente centinaia di immigrati. Altri tre centri sono stati chiusi su disposizione della Prefettura di Avellino. L'inchiesta, coordinata dal Procuratore Rosario Cantelmo, è stata avviata su esposti della Cgil. Risultano indagati vari responsabili di coop impegnate nella gestione dei centri.

  L'ordinanza, emessa dal gip di Avellino su richiesta della Procura, dispone il differimento dei tempi dello sgombero dei centri in attesa di individuare una soluzione adeguata per la sistemazione degli immigrati che sono al momento ospitati nelle strutture e che - secondo le prime informazioni - dovrebbero essere alcune centinaia.

Fra gli indagati, oltre ad alcuni responsabili di cooperative, risultano anche alcuni fornitori di beni e servizi per la gestione dei centri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

servizi alle imprese

Direct selling, consulenza e servizi alle imprese: con la qualità Sun4All non conosce crisi

Sostenere un'azienda a "fare bene" è un lavoro che richiede impegno e ampie capacità organizzative. Viaggio nella realtà delle agenzie di servizi.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne