Ucciso per errore,assoluzione in appello

Per l' omicidio del meccanico Vincenzo Liguori

(ANSA) - NAPOLI, 9 FEB - E' stato assolto Vincenzo Troia, che in primo grado era stato condannato all'ergastolo come mandante dell' omicidio di Vincenzo Liguori, il meccanico ucciso per errore mentre era nella sua officina a San Giorgio a Cremano la sera del 13 gennaio 2011. La sentenza è stata emessa oggi dalla quarta sezione della Corte di Assise d'Appello di Napoli (presidente Domenico Zeuli) che ha accolto le richieste degli avvocati Vincenzo Maiello e Leopoldo Perone. L'accusa nei confronti di Troia era bastata sulle dichiarazioni del pentito Giovanni Gallo, che avrebbe svolto funzioni di ''palo'' nell'agguato, nonché sul contenuto di intercettazioni ambientali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne