Parto gemelli,ma un bimbo morto in utero

A Salerno, mamma aveva avuto quattro aborti

(ANSA) - SALERNO, 23 GEN - Parto gemellare con un bambino morto in utero da quattro mesi e uno vivo. Si tratta di un evento molto raro avvenuto all'ospedale salernitano San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona.
    La mamma aveva avuto in precedenza quattro aborti di cui due gravidanze extrauterine. Nel corso del cesareo, inoltre, alla donna era stata riscontrata anche una lesione dell'intestino per una peritonite, emergenza rientrata grazie all'equipe medica.
    La gravidanza ottenuta da fecondazione assistita, andava bene quando alla 24esima settimana è giunta la notizia che uno dei due gemelli era morto in utero. La gravidanza è stata monitorizzata accuratamente dal dottore Raffaele Petta, direttore del Reparto di "Gravidanza a rischio" del "Ruggi" e benché uno dei due gemelli fosse morto in utero, la mamma ha partorito Emilia senza problemi particolari quattro mesi dopo, lo scorso 12 gennaio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

servizi alle imprese

Direct selling, consulenza e servizi alle imprese: con la qualità Sun4All non conosce crisi

Sostenere un'azienda a "fare bene" è un lavoro che richiede impegno e ampie capacità organizzative. Viaggio nella realtà delle agenzie di servizi.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne