Sindaco ucciso, tre nuovi indagati

La vicenda di Angelo Vassallo, primo cittadino di Pollica

(ANSA) - NAPOLI, 19 GEN - La Procura di Salerno ha iscritto altre tre persone nel registro degli indagati nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Angelo Vassallo, il "sindaco pescatore" di Pollica (Salerno), ucciso nella frazione di Acciaroli il 5 settembre del 2010. Per quell'assassinio, finora, era indagato solo Bruno Humberto Damiani, detto "il brasiliano", detenuto per spaccio di droga ed estorsione, ritenuto dagli inquirenti della Direzione distrettuale antimafia legato agli ambienti della criminalità organizzata del Rione Scampia di Napoli. Tutti sarebbero accusati di omicidio in concorso aggravato dalle finalità mafiose.
    La decisione dei magistrati salernitani giunge a sei anni dalla dall'omicidio di Vassallo. Lo scorso 13 gennaio Damiani è stato ascoltato dai pm. Inoltre, sarebbe stato un pentito, un giovane ritenuto affiliato a un gruppo criminale del quartiere Pastena di Salerno, a raccontare del coinvolgimento del brasiliano nell'assassinio, coinvolgimento che Damiani ha sempre negato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Universiade 2019

Universiadi: Auricchio, lavori ok

Impegno di tutti, cronoprogramma quando avremo date e ditta


Universiadi:Adl, ok lavori per San Paolo

Trovata con Comune e commissario via per minori disagi possibili


Universiadi:Borriello, ok cronoprogramma

Napoletani si godranno club vincente e belle competizioni


Vai alla rubrica: Pianeta Camere