Vini calabresi premiati a Radici del Sud

Al top a Bari per la categoria biologico e tra i migliori rosati

(ANSA) - CATANZARO, 17 GIU - Calabria del vino sul podio a conclusione della decima edizione di "Radici del Sud", il salone dei vini meridionali di Bari. La regione ha fatto incetta di premi assegnati dalla giuria internazionale e nazionale che per circa una settimana ha messo a confronto produzioni e territori di tutto il sud d'Italia. In occasione del salone, per un'intera settimana, sotto l'occhio vigile di 35 giornalisti ospiti ed operatori di settore e master of wine internazionali, si sono confrontate oltre 380 etichette in concorso provenenti da circa 180 aziende di Campania, Puglia, Calabria, Basilicata e Sicilia.
    Diciotto le aziende calabresi presenti: Baroni Capoano, Cantine Viola, Casa Comerci, Cataldo Calabretta Viticoltore, Du Cropio Wines, Giuseppe Calabrese, iGreco, Ippolito 1845, La Pizzuta del Principe, Librandi, Malaspina, Senatore Vini, Serracavallo, Spadafora 1915, Statti, Tenuta del Conte, Tenute Ferrocinto, Tenuta Terre Nobili. Realtà produttive, radicate nei loro terroir, che hanno portato a casa premi nelle categorie Magliocco, Gaglioppo, Biologico e Gruppo Misto vini rosati del Sud.. I vincitori sono per il Gaglioppo (giuria internazionale): 1) Dom Giuvà 2012 Cirò classico superiore doc - Vini Du Cropio. 2) Catà 2012 Igt Calabria iGreco; (giuria nazionale) 1)Cirò rosso classico superiore doc 2012 - Tenuta del Conte. 2) Gaglioppo 2014 - Calabria igt - Statti. Magliocco (giuria internazionale) 1) Libici 2011 - Calabria Magliocco igp - Casa Comerci - (giuria nazionale) 1) ex aequo Rosso Viola 2012 - Calabria igp - Cantine Viola 1) ex aequo Libici 2011 - Calabria magliocco igp - Casa Comerci; Gruppo misto vini rosati del sud (giuria internazionale) 1) Puntalice 2014 - Cirò rosato dop - Senatore vini 2) Savù 2014 - Calabria dop - iGreco.
    Biologico (giuria internazionale) 1) Libici 2011 - Calabria magliocco igp - Casa Comerci.
    Il responso delle degustazioni alla cieca della giuria internazionale ha collocato tra le eccellenze i rosati calabresi tra i migliori del Sud (erano 57 quelli in concorso di Puglia, Campania, Basilicata, Sicilia). Calabrese anche il vino biologico più votato dai giudici internazionali.
    Alla serata finale spazio alla cucina di livello con lo chef Riccardo Sculli, stella Michelin del Gambero Rosso di Marina di Gioiosa Jonica, che ha proposto una Tartara di ricciola impreziosita da aromi, erbe e essenze calabresi. Insieme a lui altri otto chef del Sud tutti impegnati con piatti legati ai loro vitigni del cuore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere