Sequestro impianti calcestruzzo abusivi

Realizzati senza autorizzazioni su aree demaniali

(ANSA) - COSENZA, 29 NOV - Due impianti per la produzione di calcestruzzo e di conglomerati cementizi e bituminosi, realizzati su una area demaniale, sono stati sequestrati dai carabinieri forestali di Montalto Uffugo. Il sequestro è avvenuto in località Zagarellaro-Ischitella tra i comuni di Lattarico e Luzzi, a seguito di un controllo effettuato dai militari e da personale della direzione regionale dell'Agenzia del Demanio, mirato al contrasto dell'occupazione abusiva di beni demaniali posti lungo il ramo idrico del fiume Crati. E' stato accertato che i due impianti erano gestiti da imprese risultate prive di concessione. Pertanto i legali rappresentanti sono stati denunciati per occupazione abusiva di area demaniale, violazione urbanistica e paesaggistica e distruzione e deturpamento di bellezze naturali in area vincolata. A uno è stato anche contestato il reato di emissioni in atmosfera non autorizzate e gestione illecita di rifiuti. Il sequestro ha riguardato un'area di quasi 39 mila metri quadri.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere