Jovanotti, non siamo hooligan

In 25mila a Roccella Ionica per seconda tappa calabrese

(ANSA) - ROCCELLA IONICA (REGGIO CALABRIA), 10 AGO - "Non siamo hooligan che dove vanno distruggono tutto. Noi siamo diversi, dove andiamo costruiamo, rispettiamo l'ambiente, i luoghi e le persone. Lasciamo i luoghi più puliti di come li troviamo". Così Jovanotti si è presentato ai circa 25 mila accorsi a Roccella Ionica per la seconda tappa calabrese del Jova Beach Party. Un chiaro riferimento alla vicenda di Vasto dove il concerto è stato vietato. Intanto a Roccella per tutto il pomeriggio si è ballato sotto il palco allestito sulla spiaggia, con fan di tutte le età arrivati dalla la Calabria e dalla Sicilia. L'artista ha anche "celebrato" il matrimonio di due giovani reggini. "Questo angolo di Calabria - ha detto - è fantastico, bellissimo. Organizzazione perfetta e tanta bella gente a cui piace la musica e il sano divertimento". Quindi un richiamo alla politica: "deve fare di più per l'ambiente e la tutela del territorio. In ogni comune bisognerebbe fare la raccolta differenziata".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere