Due arresti per simulazione di reato

Refurtiva era all'interno dei loro bagagli.Usati documenti falsi

(ANSA) - VILLA SAN GIOVANNI (REGGIO CALABRIA), 24 MAG - Si è presentato negli uffici della Polizia ferroviaria, assieme a due altre persone, per denunciare il presunto furto di carte di credito ed effetti personali ma i documenti esibiti da due di loro si sono rivelati falsi. E' accaduto alla stazione di Villa San Giovanni dove i tre, tutti italiani, di 37, 26 e 20 anni, hanno lamentato il furto di una tracolla lasciata incustodita.
    La visione delle immagini dell'impianto di videosorveglianza e alcune contraddizioni emerse nel loro racconto ha insospettito gli agenti che hanno approfondito gli accertamenti controllando anche i loro bagagli. E' stato così che sono stati ritrovati il cellulare, le carte di credito e i documenti di cui era stato denunciato il furto. Per i tre è scattata la denuncia per concorso in simulazione di reato e per due di loro anche l'arresto, essendo risultato che i documenti trovati in loro possesso erano contraffatti.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere