Scuola, prima campanella in Calabria

Avvio delle lezioni nella regione tra allarmi e preoccupazioni

(ANSA) - CATANZARO, 17 SET - Sono oltre 275 mila gli studenti calabresi che hanno varcato le soglie delle loro aule per l'avvio dell'anno scolastico 2018-2019. Oltre un terzo degli studenti - tra iscritti a primarie e medie di primo e secondo grado - è residente nella provincia di Cosenza, la più popolosa della regione, seguita dalla provincia di Reggio e poi da quelle di Catanzaro, Crotone e Vibo. Intorno a diecimila, o poco più, un dato molto basso, gli iscritti figli di cittadini stranieri.
    Una "prima", quella di oggi, accompagnata però, un po' in tutta la regione, da un corollario di allarmi e preoccupazioni in particolare per l'agibilità degli edifici (nel 90% dei plessi mancano secondo il Miur i certificati di agibilità) ma anche per le avvenute cancellazioni di classi, gli accorpamenti e per i problemi per il trasporto degli alunni disabili, oltre 7 mila, con il rimpallo di responsabilità sui ritardi tra Regione e Province. Intanto, però, si parte.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere