Tangenti, sequestrato hotel a Venezia

Direttore albergo, gestione diversa da proprietà ed è operativo

(ANSA) - MILANO, 21 MAG - Tra i beni sequestrati dalla Guardia di Finanza di Monza nell'ambito dell'inchiesta "Domus Aurea" che ha portato a 21 arresti per reati vari, tra cui la corruzione, c'è anche l'hotel Ca' Sagredo di Venezia che, fino a poche settimane fa, ospitava "Support", opera costituita da due grandi mani dell'artista Lorenzo Quinn, installata in occasione della Biennale d'arte e rimossa ai primi di maggio. L'immobile appartiene all'imprenditore brianzolo Giuseppe Malaspina, arrestato. "L'hotel Ca' Sagredo ha una gestione indipendente e disgiunta da quella legata ai beni del geometra Giuseppe Malaspina", ha precisato all'ANSA Lorenza Lain, direttore dell'albergo veneziano: "L'attuale gestione - sottolinea - fa capo a me e l'hotel è pienamente operativo con un bilancio in attivo. I rapporti con i curatori fallimentari - aggiunge - sono ottimi e vi è una buona collaborazione al fine di mantenere la piena operatività e l'autonomia dell'hotel".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere