Animalisti, cani e gatti avvelenati

Episodio accaduto a Squillace, "metodo folle contro randagismo"

(ANSA) - CATANZARO, 19 MAG - "Cani e gatti uccisi con bocconi di veleno per topi a Squillace Lido". Lo denuncia, in una nota, la vice coordinatrice regionale del "Movimento animalista", Cristina Valeri.
    "Quella di usare il veleno come folle mezzo per 'risolvere' il problema del randagismo - afferma Valeri - è purtroppo ancora oggi una prassi diffusa. Come responsabile del Movimento animalista faccio appello a tutti i cittadini a segnalare prontamente alle autorità competenti ogni caso di sospetto o accertato avvelenamento, ricordando che si tratta di un reato previsto dal Codice penale. I responsabili vanno rintracciati e perseguiti secondo le leggi vigenti".
    "Inoltre - dice ancora Valeri - mi rivolgo ai sindaci della mia regione perché, oltre a sensibilizzare i cittadini sul giusto rapporto uomo-animale, diano il via libera a un serio piano di emergenza estiva sul grave fenomeno del randagismo, che non diminuisce ma anzi aumenta, nonostante le dichiarate volontà delle istituzioni di arginarlo al più presto".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere