Strani organismi trovati costa cosentina

Rari a riva, fotografati da una donna che passeggiava cane

       Strani e rari organismi marini sono stati trovati sulla spiaggia di Campora San Giovanni, frazione di Amantea, trascinati a riva dalle recenti mareggiate.
    A scorgerli è stata Anna Lepore, 54 anni, mentre passeggiava col suo cagnolino che li ha fotografati e ha inviato le foto al biologo marino Luciano Bernardo. ''Si tratta di specie planctoniche e di mare aperto - dice Bernardo - che occasionalmente possono arrivare sottocosta. La chiocciola si chiama Janthina pallida e galleggia grazie a una zattera di bolle di muco su cui depone anche le uova rosa. L'organismo gelatinoso è una salpa (Salpa maxima) che si nutre di plancton e non è urticante. Infine, quello che sembra un oggetto di cristallo è la conchiglia interna del mollusco pelagico Cymbulia peronii che nuota utilizzando due espansioni a forma di ali, ed è soprannominato 'farfalla di mare'. É difficile osservarla dal vivo ma in qualche caso sulla spiaggia si rinviene la conchiglia che, per la sua bellezza, è chiamata 'scarpetta di Venere'''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere