Avvocato ucciso in Calabria, assassinato da un sicario

Il penalista morì a Lamezia Terme nell'agosto del 2016

I carabinieri hanno identificato il responsabile dell'omicidio dell'avvocato Francesco Pagliuso, ucciso a Lamezia Terme il 9 agosto del 2016 nel giardino della sua abitazione. Si tratta di Marco Gallo, di 32 anni, già in carcere con l'accusa di essere l'autore dell'assassinio di Gregorio Mezzatesta, il dipendente delle Ferrovie della Calabria ucciso a Catanzaro il 24 giugno dello scorso anno. Il sospetto degli investigatori è che Gallo, ufficialmente titolare di una società di consulenze, sia stato in realtà un killer a pagamento, al servizio di alcune cosche della 'ndrangheta per l'esecuzione di omicidi.

Le indagini che hanno portato all'identificazione dell'assassinio dell'avvocato Pagiuso sono state condotte dai carabinieri del Nucleo investigativo di Catanzaro e coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia del capoluogo. Pagliuso fu ucciso con tre colpi di pistola da una persona introdottasi nel giardino della sua abitazione mentre appena rincasato dallo studio, stava scendendo dalla propria automobile.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere