Migrante minore in affido a italiani

A Reggio Calabria, a 10 anni detto favorevole a sua adozione

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 15 DIC - Un minore non accompagnato di 10 anni, giunto in Calabria nei mesi scorsi, è stato dato in affido ad una famiglia italiana grazie alla Legge Zampa che promuove lo sviluppo dell'affido familiare come strada prioritaria di accoglienza ed alla "rivoluzione culturale compiuta dal presidente del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria Roberto Di Bella". Lo rende noto l'avv. Caterina Siviglia, tutore provvisorio del minore. Grazie all'azione sinergica tra il legale ed il responsabile della comunità di accoglienza dove il minore ha ricevuto cure ed assistenza, e a Di Bella, è stato possibile avviare il percorso previsto per i minori stranieri non accompagnati che si dichiarano favorevoli alla propria adozione. L'apertura del procedimento per l'eventuale dichiarazione dello stato di adottabilità, spiega Siviglia, "ha consentito, in breve tempo, di affidare il ragazzo ad una famiglia che ha subito manifestato entusiasmo per la decisione, ritenendolo un arricchimento come famiglia e come persone".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA