In Calabria tariffa rifiuti a 296 euro

Rilevazione associazione, Reggio la più cara con 459 euro annui

(ANSA) - CATANZARO, 24 NOV - E' di 296 euro la tassa annuale nel 2017 sui rifiuti urbani in Calabria in linea con i 300 di media nazionale e senza variazioni rispetto al 2016. Ma le differenze fra i capoluoghi di provincia sono notevoli: dai 459 euro di Reggio Calabria, nella top ten delle città più care, ai 173 di Vibo Valentia, che rientra invece fra i dieci capoluoghi più economici. E' quanto emerge dalla rilevazione dell'Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva che per il decimo anno ha realizzato un'indagine sui costi sostenuti per lo smaltimento nei capoluoghi di provincia, prendendo come riferimento una famiglia tipo composta da 3 persone, con un reddito lordo complessivo di 44.200 euro ed una casa di proprietà di 100 metri quadri. Dallo studio emerge che "crescono i livelli di raccolta differenziata: nel 2016, dati Ispra, è arrivata a livello nazionale al 52,5% (+5% rispetto al 2015) con lo smaltimento in discarica che nel 2016 si attesta al 25%. In Calabria la differenziata è pari al 33,2% (+8,2% sul 2015)".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

.

Michelangelo Bonaddio: “Lo sviluppo tecnologico aiuta il rispetto dell’ambiente”

Il fondatore della Bonaddio, azienda calabrese specializzata nella produzione di articoli in gomma, ha ideato strumenti adatti alla salvaguardia del territorio.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere