La Calabria nascosta che non ti aspetti

Da Valli Cupe a Musaba, dal Palazzo Cultura Reggio a Ferramonti

(ANSA) - CATANZARO, 10 NOV - La Calabria nascosta, quella che non ti aspetti. La Calabria fatta di canyon naturali, delle buone pratiche contro la criminalità e quella antica e moderna, semplicemente sconosciuta perché non narrata sui banchi di scuola, come invece è accaduto per Auschwitz.
    Dalla Riserva naturale regionale delle Valli Cupe di Sersale, in provincia di Catanzaro, vero e proprio paradiso atemporale che possiede un ecosistema da custodire al suo interno al MuSaBa di Mammola fondato dall'artista Nik Spatari e dalla moglie Hiske Maas nel 1986. E ancora: da Ferramonti di Tarsia, campo di concentramento da dove nessun uomo è stato deportato nei lager nazisti, nessuno è mai stato giustiziato nel 1941 ma dove, però, furono abbattuti 92 cani, al Palazzo della Cultura di Reggio Calabria che ospita 125 capolavori sottratti alla 'ndrangheta in esposizione permanente: De Chirico, Dalí, Fontana, Sironi, Carrà, Bonalumi, Ligabue. Una collezione ricca di significato non solo culturale e artistico, ma anche sociale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Francesco La Regina - Zinco Group

Canna fumaria ad alto valore aggiunto di tecnologia alla Zinco Group

"Facciamo le stesse cose che fanno gli altri, noi le facciamo in modo diverso"


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere