Antico forno adibito a deposito di marijuana

In Calabria, arresti. Gli indagati volevano incendiare l'auto dei carabinieri che hanno effettuato i sequestri

(ANSA) - SAN DEMETRIO CORONE (COSENZA), 9 OTT - In un antico forno di San Demetrio Corone, nel Cosentino, non si produceva solo pane. Il gestore, che aveva ricevuto l'attività dei genitori che l'avevano rilevata proprio per lui, aveva realizzato un locale di deposito e confezionamento di marijuana.
    E' quanto emerso da un'indagine dei carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro che hanno arrestato diverse persone in esecuzione di un provvedimento del gip di Castrovillari su richiesta del pm Simona Manera e del procuratore Eugenio Facciolla. Le indagini dei militari di San Demetrio Corone avrebbero dimostrato che la marijuana veniva nascosta in nicchie nelle pareti interne al forno e alle spalle della struttura. In corso anche controlli dei carabinieri del Nas per accertare le violazioni igienico-sanitarie emerse. Dalle indagini è emersa anche la volontà di alcuni arrestati di incendiare le auto di carabinieri "colpevoli" di aver effettuato arresti in flagranza che hanno portato al recupero di circa 1,4 kg di marijuana.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

.

Michelangelo Bonaddio: “Lo sviluppo tecnologico aiuta il rispetto dell’ambiente”

Il fondatore della Bonaddio, azienda calabrese specializzata nella produzione di articoli in gomma, ha ideato strumenti adatti alla salvaguardia del territorio.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere