'Ndrangheta, sette fermi nel reggino

Mani su termovalorizzatore.C'è anche ex sindaco Villa S.Giovanni

(ANSA) - GIOIA TAURO (REGGIO CALABRIA), 5 OTT - L'ex sindaco di Villa San Giovanni, Rocco La Valle, in carica dal 2010 al 2015, è coinvolto nell'operazione "Metauros" condotta dalla Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri con il coordinamento della Dda di Reggio Calabria, che ha portato all'esecuzione di un provvedimento di fermo di indiziato di delitto a carico di sette persone presunte affiliate alla cosca Piromalli della 'ndrangheta.
    La Valle sarebbe stato l'unico interlocutore delle cosche "beneficiarie" delle estorsioni imposte alle società che hanno gestito nel tempo il termovalorizzatore di Gioia Tauro. In manette anche l'avvocato Giuseppe Luppino, ex presidente della società "Piana Ambiente" e consulente esterno dell'ufficio legale del commissario straordinario per l'emergenza rifiuti in Calabria.
    L'inchiesta "Metauros" ha svelato il condizionamento da parte della cosca Piaomalli nella costruzione e nella gestione del termovalorizzatore di Gioia Tauro, l'unico presente in Calabria.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

.

Michelangelo Bonaddio: “Lo sviluppo tecnologico aiuta il rispetto dell’ambiente”

Il fondatore della Bonaddio, azienda calabrese specializzata nella produzione di articoli in gomma, ha ideato strumenti adatti alla salvaguardia del territorio.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere