Auto e riscaldamento fattori inquinanti

Report trasmesso a Regione per Osservatorio su mobilità

(ANSA) - CATANZARO, 3 OTT - Sono il traffico veicolare, in particolare lungo l'asse autostradale dell'A2 e sulla Sila, e le sorgenti di riscaldamento, nelle aree urbane con più di 15 mila abitanti, i principali settori nei quali gli inquinanti atmosferici sono più presenti in Calabria. E' una delle conclusioni cui giunge il report sugli inquinanti atmosferici relativo al biennio 2015-2016 che l'Arpacal (Agenzia regionale per la Protezione dell'ambiente della Calabria) ha trasmesso alla Regione come contributo specialistico per l'Osservatorio regionale sulla Mobilità; l'organismo, infatti, previsto dalla legge regionale 35 del 2015 "Norme per i servizi di trasporto pubblico locale", ha il compito di migliorare l'organizzazione dei servizi di trasporto pubblico locale e l'informazione all'utenza, acquisendo i dati relativi al monitoraggio dei parametri di inquinamento atmosferico che l'Arpacal, appositamente delegata dalla stessa Regione, effettua con stazioni fisse almeno per i comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

.

Michelangelo Bonaddio: “Lo sviluppo tecnologico aiuta il rispetto dell’ambiente”

Il fondatore della Bonaddio, azienda calabrese specializzata nella produzione di articoli in gomma, ha ideato strumenti adatti alla salvaguardia del territorio.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere