House sharing,è ok per un calabrese su 2

Lo rivela una ricerca dell'Osservatorio Sara Assicurazioni

(ANSA) - CATANZARO, 18 APR - Quasi la metà dei calabresi (il 42%) si dice pronto a condividere la propria casa con nuovi ospiti, mentre un ulteriore 13% non esclude di farlo nel prossimo futuro. E' quanto rivela un'indagine sull'house sharing condotta dall'Osservatorio di Sara Assicurazioni. Il dato regionale assume ancora maggiore rilievo se si considera che, per i calabresi, la casa rimane il luogo dell'intimità, quello in cui ci si sente sereni e rilassati (71%), ma anche un bene affettivo (51%) da lasciare ai figli (27%).
    Dall'indagine emerge inoltre che se c'è interesse per l'house sharing, sono ancora numerosi quelli restii ad aprire la propria porta agli estranei (45%). Le ragioni? Il 16% non si fida di chi può entrare in casa, mentre un ulteriore 29% afferma categoricamente di non essere intenzionato a condividere la propria abitazione con nessuno al di fuori della famiglia. Il 51%, infatti, teme di ospitare persone maleducate e poco rispettose, mentre il 49% ha paura di perdere la propria privacy.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere