Su Vescovado Locri, 'don Ciotti sbirro'

Anche 'più lavoro meno sbirri'. Ieri presenza Mattarella

(ANSA) - LOCRI (REGGIO CALABRIA), 20 MAR - Dopo la visita di ieri del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, sono state tracciate due scritte, "don Ciotti sbirro" e "più lavoro meno sbirri", sul Vescovado di Locri dove risiede il vescovo Francesco Oliva e che in questi giorni ospita don Luigi Ciotti, presidente di Libera, per la manifestazione nazionale della Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie in programma domani proprio a Locri.
    Ieri dalla cittadina Ionica, Mattarella aveva lanciato un duro monito contro le mafie affermando, tra l'altro, che i mafiosi "non hanno onore". Entrambe le frasi sono state cancellate stamani dagli operai del Comune.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

.

Michelangelo Bonaddio: “Lo sviluppo tecnologico aiuta il rispetto dell’ambiente”

Il fondatore della Bonaddio, azienda calabrese specializzata nella produzione di articoli in gomma, ha ideato strumenti adatti alla salvaguardia del territorio.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.