Marijuana in bar, famiglia in manette

Sequestrata l'attività commerciale. Trovati bilancino e soldi

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 22 MAR - Un intero nucleo familiare padre, madre e figlio, impegnato nella gestione di un bar, è finito agli arresti domiciliari a Reggio Calabria per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'attività commerciale è stata sequestrata. Le persone arrestate dai carabinieri sono Claudio Ferrigno, di 57 anni, noto alle forze dell'ordine, la moglie Caterina Robison, di 55, e il figlio della coppia Salvatore di 36 anni.
    I militari, nel corso di una perquisizione nei locali del bar "Reggio Campi", di proprietà dei Ferrigno, hanno trovato cento grammi di marijuana, già suddivisa in 13 dosi, e altri cento grammi contenuti in una busta di plastica. All'interno dell'abitazione della famiglia sono state trovate altri cinque dosi per un totale di 20 grammi di marijuana, un bilancino e 650 euro in contanti, somma ritenuta provento dell'attività di spaccio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere