Madre tossicodipendente denuncia,arresti

Operazione Cc nel lamentino, avrebbero gestito giro spaccio

(ANSA) - SOVERIA MANNELLI (CATANZARO), 23 FEB - I carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli hanno eseguito 4 ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di altrettanti giovani accusati di gestire una rete di spaccio.
    L'operazione è nata grazie alla denuncia di due coniugi che hanno raccontato come la figlia tossicodipendente riuscisse a procurarsi lo stupefacente. Sulla base del racconto e dei riscontri ottenuti grazie a pedinamenti ed intercettazioni telefoniche, gli investigatori sono risaliti ai fratelli Massimiliano e Piero Gianluca Cocola, di 26 e 32 anni, residenti a Pedivigliano e Soveria Mannelli, a Nello Rocca (20), di Scigliano e Francesco Camposani (23), di Marano Marchesato.
    Secondo l'accusa, Massimiliano Cocola si riforniva da Rocca, che a sua volta prendeva la droga da Camposani, e poi, insieme al fratello, la rivendeva. Nel corso dell'indagine sono stati sequestrati diversi quantitativi di hascisc, semi e 32 piantine di cannabis, un bilancino ed un grinder.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

.

Michelangelo Bonaddio: “Lo sviluppo tecnologico aiuta il rispetto dell’ambiente”

Il fondatore della Bonaddio, azienda calabrese specializzata nella produzione di articoli in gomma, ha ideato strumenti adatti alla salvaguardia del territorio.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere