Pesca illegale, trovati 6.000 metri reti

Risultati delle attività di controllo in mare a sud di Reggio

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 22 GEN - Circa seimila metri di reti da posta e 18 nasse sono stati sequestrati complessivamente dalla Guardia costiera di Reggio Calabria in una serie di attività di controllo attuate nella zona di mare a sud della città.
    Alcuni spezzoni di reti, in particolare, sono stati trovati in stato di abbandono e, quindi, pericolosi per la navigazione nel tratto di mare compreso tra Spropoli e Condofuri.
    Sequestrate, nella stessa circostanza, anche le diciotto nasse mentre altri spezzoni di reti da posta di 2.000 e 3.000 metri sono stati recuperati a Brancaleone. A Villa San Giovanni, nell'ambito di un'operazione congiunta con la Polizia di Stato, i militari dell'Ufficio locale marittimo hanno sorpreso, in località Bolano, alcuni pescatori dilettanti che utilizzavano illegalmente della sciabica da terra.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

.

Michelangelo Bonaddio: “Lo sviluppo tecnologico aiuta il rispetto dell’ambiente”

Il fondatore della Bonaddio, azienda calabrese specializzata nella produzione di articoli in gomma, ha ideato strumenti adatti alla salvaguardia del territorio.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere