Svimez, ai minimi qualità Pa in Calabria

"Necessari interventi riforma per colmare divario con Nord"

(ANSA) - CATANZARO, 13 GEN - In Calabria la qualità della Pubblica amministrazione è e rimane ai minimi. Lo rileva lo studio "Measuring Institutional Quality in Italy" curato da Annamaria Nifo e Gaetano Vecchione e pubblicato sulla "Rivista Economica del Mezzogiorno", trimestrale della Svimez edito da Il Mulino. Lo studio analizza le performance di regioni e province italiane negli anni 2004-2012 sulla base dell'Iqi (Institutional Quality Index). Secondo l'indagine, effettuata nell'arco di 12 anni, la prima regione meridionale si trova solo al 12/mo posto su 20, ed è l'Abruzzo, con un valore di 0,6, seguito dalla Liguria con 0,58. Di seguito Puglia (0,47), Basilicata (0,45), Sardegna (0,38), Molise (0,34), Campania (0,32). In coda Sicilia (0,24) e Calabria (0,14). "Per ridurre il divario Nord/Sud - rileva la Svimez - in questo ambito servono interventi di riforma della pa più forti per il Sud, per colmare i divari nei diritti di cittadinanza. Il processo di supporto può avere impulso anche dai fondi Ue 2014/2020".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere