Petrolio: presidio davanti alla Regione

Il 21/10 per "evitare rinnovo Val d'Agri e avvio Tempa Rossa"

(ANSA) - POTENZA, 18 OTT - "La Giunta e il Consiglio regionale hanno scelto di sottrarsi al dialogo con le associazioni e i cittadini lucani, preferendo decidere del loro presente e del loro futuro sulla partita cruciale delle concessioni petrolifere: la Regione punta spudoratamente al rinnovo della concessione Val d'Agri, giunta alla sua scadenza naturale, facendo affidamento sul meccanismo delle proroghe automatiche". E' quanto hanno spiegato i rappresentanti di una quarantina, tra comitati e associazioni ambientaliste, nel pomeriggio a Potenza, nel corso di una conferenza stampa, organizzata per annunciare un presidio, lunedì 21 ottobre dalle ore 9 davanti alla sede della giunta regionale, per chiedere lo "stop" al rinnovo della concessione Val d'Agri e dell'avvio della produzione a Tempa Rossa.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere