Spiagge sicure, duemila beni sequestrati

Il Ministero dell'Interno fa un primo bilancio dell'operazione

(ANSA) - POTENZA, 22 LUG - Fino al 30 giugno scorso, nell'ambito dell'operazione "Spiagge sicure 2019", in Basilicata sono stati "2.362 i beni sequestrati, per circa quattromila euro di valore; 55 i mezzi acquistati e nove le nuove assunzioni per personale stagionale della polizia locale": lo ha reso noto il Ministero dell'Interno.
    I Comuni lucani inseriti nell'operazione sono quattro: "I 168 mila euro di finanziamento - è scritto i una nota - sono stati divisi tra Maratea, in provincia di Potenza, e Bernalda, Nova Siri, Scanzano Jonico, in provincia di Matera. Sono 100 i comuni finanziati in tutt'Italia per 4,2 milioni con i fondi stanziati dal Viminale per Spiagge sicure - Estate 2019. Il progetto terminerà il 15 di settembre".
    In una dichiarazione, il Ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha espresso "vicinanza ai sindaci e lotta all'illegalità: siamo soddisfatti dei primi risultati di 'Spiagge Sicure', iniziativa che abbiamo inaugurato l'anno scorso con risultati eccellenti".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere