Legalità: dal carcere alla 'rinascita'

A Matera un progetto sperimentale dell'Aipg

(ANSA) - MATERA, 16 GIU - Con l'obiettivo di favorire il recupero di persone accusate o condannate per reati commessi con atti di violenza o persecuzioni nei confronti delle proprie compagne o di abusi sui minori, è stato avviato presso la casa circondariale di Matera il progetto sperimentale "Dalla pena alla consapevolezza, la rinascita", portato avanti dall'Associazione italiana psicologi giuridici di Basilicata (Aipg).
    Il progetto, della durata di sei mesi, coinvolge 23 delle 50 persone ristrette presso la casa circondariale per reati di violenza, che hanno aderito volontariamente all'iniziativa. Gli psicologi stanno lavorando su due gruppi, rispettivamente di 12 e 11 persone. "L'obiettivo - ha spiegato la dottoressa Assunta Basentini, referente dell'Aipg di Basilicata - è quello, sul piano sociale, di evitare che si verifichino recidive, a conclusione della pena, attraverso la piena consapevolezza di quanto è accaduto e che ha segnato la loro vita".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere