Il Card. Re, nuova etica per lo sviluppo

Oggi a Potenza un convegno della fondazione "Sorella Natura"

(ANSA) - POTENZA, 13 MAG - Serve "una nuova coscienza etica" e un nuovo modello di sviluppo", in grado di "coniugare la crescita e il benessere con la cura dell'ambiente e del creato" anche "educando i giovani a stili di vita sostenibili", e con una "nuova responsabilità collettiva". Sono alcuni dei passaggi dell'intervento del cardinale Giovanni Battista Re, stamani a Potenza nel corso del convegno "Ambiente, salute, lavoro, tutela e sviluppo. Riflessioni e prospettive per la tutela dei beni ambientali- culturali e lo sviluppo economico", promosso dalla Fondazione "Sorella Natura". Il cardinale ha quindi spiegato che "nella storia il rapporto tra l'uomo e l'ambiente non è mai stato perfetto" ma negli "ultimi 80 anni le attività umane e industriali hanno modificato la natura più di quanto fatto nei secoli precedenti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere