Latte: "Una nuova storia italiana"

All'incontro di Atella anche l'assessore lucano all'agricoltura

(ANSA) - POTENZA, 20 APR - "Finalmente oggi", con l'etichettatura, "mettiamo una pietra miliare sulla filiera del latte che rappresenta per i produttori il riconoscimento di decenni di sacrifici, e per i consumatori la certezza e la trasparenza di quello che acquistano". E' il messaggio lanciato da Coldiretti Basilicata nel corso del convegno organizzato ad Atella presso "Fattorie Donna Giulia" dal titolo "20 aprile 2017: inizio di una nuova storia tutta italiana sulla filiera del latte".
    All'iniziativa ha partecipato anche il vicepresidente nazionale, Ettore Prandini: "Con l'etichettatura di origine - ha evidenziato - si dice finalmente basta all'inganno del falso Made in Italy con tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro venduti in Italia che sono stranieri. L'assessore regionale all'agricoltura, Luca Braia, ha invece sottolineato che "per la filiera del latte è un momento storico importantissimo. Ed è il momento giusto - ha proseguito Braia - per pensare di costruire un brand Basilicata".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA