Trivelle: 'Rischio per par condicio'

Appello al Quirinale sulla data della consultazione referendaria

(ANSA) - POTENZA, 13 FEB - In caso di svolgimento del referendum sulle trivelle - non ancora indetto dal Presidente della Repubblica - il prossimo 17 aprile (come fissato da un decreto del Governo), sarebbe "a rischio" il rispetto dei termini "sia in materia di par condicio sia in materia di campagna referendaria, che deve svilupparsi obbligatoriamente per un minimo di 45 giorni". E' l'analisi fatta da Piero Lacorazza (Pd), presidente del Consiglio regionale della Basilicata, capofila delle dieci Regioni che hanno chiesto il referendum. A questo proposito - secondo quanto si apprende - nelle prossime ore potrebbe essere inviato un appello al Presidente Mattarella.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere