Onu, Italia guida riunione del Gruppo sicurezza alimentare

Zappia, tema legato a doppio filo con cambiamento climatico

Redazione ANSA NEW YORK

(ANSA) - NEW YORK, 12 FEB - Primo appuntamento dell'anno al Palazzo di Vetro per il Gruppo di Amici sulla sicurezza alimentare e la nutrizione presieduto dall'Italia, che ha visto tra gli ospiti anche il direttore generale della Fao Qu Dongyu.
    "Il 2020 è un anno decisivo che segna l'inizio della Decade d'Azione per il raggiungimento degli Obiettivi dell'Agenda 2030, e sarà scandito da vertici ed eventi di alto livello dedicati all'ambiente, al clima e allo sviluppo sostenibile. L'Italia è in prima fila su tutti questi fronti", ha detto l'ambasciatrice Mariangela Zappia, rappresentante permanente all'Onu. "Sicurezza alimentare e nutrizione sono legate a doppio filo con impatto del cambiamento climatico, conservazione di risorse naturali, ecosistemi e produzione agricola - ha aggiunto - Per questo, in vista degli impegni del 2020, il Gruppo di Amici avrà un ruolo fondamentale di sensibilizzazione, coordinamento e sostegno alle iniziative volte al conseguimento dell'Obiettivo 2 per la Fame Zero nel mondo". Zappia ha sottolineato che "resilienza, adattamento, soluzioni basate sulla natura, crescita 'verde' sono tra le priorità annunciate dal premier Conte e dal collega britannico Johnson pochi giorni fa a Londra, e saranno al centro della nostra azione nel quadro del partenariato con il Regno Unito per la realizzazione della COP26". "Guardando al 2021 - ha concluso - l'Italia ritiene che il Gruppo di Amici debba contribuire attivamente alla preparazione del 'Food System Summit', coinvolgendo il polo agroalimentare dell'Onu di Roma - Fao, Ifad, Pam - e tutti gli attori rilevanti". (ANSA)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA