Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Valle d'Aosta

Lapide ricorda anarchica Pierrine Vauthier

Combattè in guerra Spagna,"pericolosissima" per polizia fascista

Redazione ANSA

Una lapide per ricordare Marie Pierrine Vauthier (1908-1973), combattente anarchica che partecipò dal 1936 al 1939 alla guerra di Spagna combattendo contro Franco. La pietra commemorativa è stata posta nel cimitero di Rhemes-Saint-Georges, paese di origine della donna.
    A soli 14 anni si era trasferita a Parigi in cerca di fortuna.
    Trovò lavoro come cameriera e si avvicinò agli ambienti dell'anarchismo internazionale. Nel 1931 si trasferì a Barcellona, militando in un movimento anarchico, e venne espulsa in Francia. Allo scoppio della guerra civile spagnola nel 1936, si arruolò nella colonna Ascaso a difesa della giovane repubblica, occupandosi dell'arruolamento di italiani e nel reperimento di armi e finanziamenti per la milizia antifranchista tra Toulouse, Perpignan e Barcelona. Una sorta di 'Mata Hari' anarchica. Per la polizia segreta fascista era considerata "pericolosissima". Dopo la guerra visse tra Francia e Spagna fino al 1967, quando rientrò in Valle d'Aosta. Morì in un incidente stradale.
   

Leggi l'articolo completo su ANSA.it