Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Sport

F1: Raikkonen addio, in Ferrari il predestinato Leclerc

Il 20enne monegasco dal 2019 sulla Rossa, Iceman passa alla Sauber

Redazione ANSA

Kimi Raikkonen lascia la Ferrari. La casa di Maranello ha ufficializzato l'addio del finlandese che dal 2019 infatti non guiderà più una monoposto del cavallino, ma non è ancora tempo di ritiri per il 39enne dagli occhi di ghiaccio, perché per lui è già pronta una Sauber Alfa Romeo e avrà addirittura un contratto biennale, quindi continuerà a gareggiare ben oltre la soglia dei 40 anni. Dall'anno prossimo il nuovo compagno di squadra di Sebastian Vettel sarà il giovanissimo monegasco Jacques Leclerc, un 20enne 'allevato' in casa nella 'Ferrari Academy', vincitore l'anno scorso del titolo in Formula 2, e quest'anno nel circus al volante di una Sauber Alfa Romeo. Anche questo già si sapeva nell'ambiente motoristico, e nei giorni scorsi Lapo Elkann aveva a suo modo 'ufficializzato' la notizia dell'ingaggio postando su un social gli auguri al nuovo arrivato ("felice di vederti presto al volante della rossa").

La casa del cavallino dunque riparte dal giovane monegasco, considerato già molto bravo e maturo per scendere in pista al fianco di Vettel. Il dato più evidente è che si tratta di un ricambio generazionale, con un 20enne al posto di un 39enne, un vero e proprio voltare pagina della scuderia, per dare più forza alla caccia al titolo mondiale che manca ormai da troppi anni a Maranello. Non è un addio qualunque quello fra 'iceman' e la rossa, perché Raikkonen è l'ultimo ad aver vinto un Mondiale (2007) alla guida di una Ferrari. Anche per questo la scuderia ha salutato affettuosamente il finlandese sul sito ufficiale: "in questi anni, Kimi ha dato alla squadra un contributo fondamentale, sia in qualità di pilota, sia per le sue doti umane. Il suo ruolo è stato decisivo per la crescita del team".

E Maurizio Arrivabene lo ha definito "grande uomo squadra che rimarrà nella storia e nella famiglia della scuderia". Iceman dal 2019 tornerà nella scuderia svizzera dove cominciò la sua carriera in F1 nel 2001, lui stesso lo ha reso noto su un social: "Indovina chi è tornato?! Prossimi due anni con @sauberf1team, avanti! Si sente estremamente bene per tornare dove tutto ha avuto inizio!". Il team ha poi ufficializzato: "Siamo lieti di annunciare che #kimi7 si unirà a noi per le stagioni 2019 e 2020". All'attivo di Raikkonen oltre al titolo iridato, 20 vittorie nei gp e 100 podi. Attualmente è terzo nella classifica mondiale. Il nuovo arrivato in casa Ferrari è un predestinato. Da almeno un paio d'anni si diceva che prima o poi sarebbe approdato alla rossa e così è stato. Leclerc è il più giovane pilota Ferrari dal 1961, 'meglio' di lui solo il 19enne Riccardo Rodriguez nel 1961. Il monegasco dopo l'ufficializzazione dell'ingaggio ha lasciato esplodere il suo entusiasmo, e su twitter ha scritto: "I sogni si avverano. Sarò alla guida per la scuderia Ferrari nel Campionato del mondo 2019 di Formula 1. Sarò eternamente grato al Team per l'opportunità che mi ha dato. Lavorerò più che mai per non deludervi, ma prima c'è una stagione da finire con un team che mi ha dato la possibilità di mettere in mostra tutto il mio potenziale". La Ferrari guarda avanti e punta su Leclerc.

Leggi l'articolo completo su ANSA.it