Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Economia

Mediobanca stima 9,1 miliardi raccolta Pir

Secondo studio arriverà a 41 miliardi in orizzonte cinque anni

Redazione ANSA

(ANSA) - MILANO, 5 OTT - Aumentano le stime di raccolta per i Pir. Mediobanca Securities, in un studio, alza a 9,1 miliardi di euro l'asticella per il 2017, dopo i 5,3 miliardi di raccolta del primo semestre, e prevede che i flussi restino stabili nel 2018 per poi ridursi gradualmente. Complessivamente, su un orizzonte quinquennale, ci si aspetta una raccolta di circa 41 miliardi con un impatto sul flottante dei titoli fuori dal Ftse Mib intorno al 20%. Secondo Piazzetta Cuccia la combinazione dell'effetto Pir con i dati macro positivi in Europa è stata "la ricetta perfetta per attivare a una sostanziale espansione dei multipli" portando il rapporto prezzo-utili stimati per il 2018 del paniere mid e small cap italiane a 17,3 volte, vicino ai massimi storici di 17,6. Questo aumento, considerato "sostenibile", è anche stato sostenuto dall'incremento del 10% degli utili a un anno per il panel delle Mid & Small cap, che ora sono tornate ai livelli pre-crisi.
    Mediobanca Securities suggerisce di guardare alle società con visibilità del business sopra la media grazie al posizionamento di vantaggio in uno specifico prodotto o mercato. Altra categoria di azioni da seguire sono quelle di società abili a creare valore con l'm&a utilizzando le risorse che arrivano dai Pir o quelle in bilancio poco sfruttate. E poi infine ad aziende con potenziale di ristrutturazione.(ANSA).
   

Leggi l'articolo completo su ANSA.it